In questo secondo giorno di Novena a Padre Pio ti mandiamo la seconda preghiera, che nasce dalle riflessioni fatte dal nostro Santo Pio sulla carità e umiltà.

 

PREGHIERA SECONDO GIORNO
( Invocazione )
Dio Onnipotente ed eterno,
che hai dato all’umile San Pio da Pietrelcina la grazia di imitare Gesú sull’esempio del Poverello di Assisi, insegnaci la strada dell’umiltà in tutte le circostanze della vita, per essere un giorno, accolti da te nella patria eterna del cielo. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
Amen.

 

 

 

DAGLI SCRITTI DI PADRE PIO:
«L’umiltà e la carità sono le parole maestre, tutte le altre sono dipendenti da esse… L’una è la più bassa, l’altra la più alta. La conservazione di tutto l’edificio dipende dal fondamento e dal tetto…». «Bisogna … umiliarsi assai, vedendo che siamo così poco padroni di noi stessi (III, 329). I tuoi piccoli sdegni e difetti passeranno, ovvero, se non passano, ciò sarà per te esercizio d’umiltà e di mortificazione (III, 347). Dio vuole che le nostre miserie siano il trono della sua misericordia e le nostre impotenze il seggio della sua onnipotenza. (III, 561)».